Fisioterapia

Onde d’urto

Assicura un trattamento efficace attraverso delle onde d’urto generate pneumaticamente e trasmesse direttamente al punto interessato dal dolore.

Onda d'urto radialeEffetti biologici L’effetto antalgico e le riduzioni delle calcificazioni sono conseguenti: - alla produzione di radicali liberi che rappresentano il principale meccanismo di azione delle onde d’urto sulle cellule di tessuto. - all’effetto di cavitazione. L’effetto antalgico si ottiene, inoltre, in seguito alla stimolazione da parte dell’onda pressoria sui nocicettori che determina una soppressione degli impulsi dolorosi per un meccanismo di gate control.

È possibile che si verifichi una riacutizzazione della sintomatologia dolorosa nelle successive 24-48 ore. Il ciclo consiste mediamente in 4-5 sedute di trattamento, distanziate circa 7 giorni l’una dall’altra. Il trattamento è controindicato nelle donne in gravidanza, nei soggetti sotto terapia anticoagulante e/o portatori di pace-maker e nei pazienti affetti da grave osteoporosi.

Un’applicazione a 2.000 impulsi dura solamente 5-10 minuti

Onda d'urto radialeIndicazioni:

  • Epicondiliti - Epitrocleiti
  • Tendinopatie calcifiche e non di spalla (periartriti)
  • Algie vertebrali
  • Borsiti peritrocanteriche , olecraniche, prerotuleo, subacronion deltoidee
  • Tendinopatie acute e croniche del rotuleo e quadricipitale
  • Pubalgie
  • Tallodinie (sperone calcaneare - fascite plantare)
  • Artropatie degenerative
  • Tendinopatie acute e croniche dell’ achilleo