Fisioterapia

Ultrasuonoterapia

Gli ultrasuoni si differenziano da altre apparecchiature usate nel campo medico per i meccanismi d’azione consistenti principalmente in: effetto diatermico - effetto di pulsazione cellulare.

UltrasuonoterapiaMediante l’apparecchiatura DONATELLO è possibile ottenere emissioni di ultrasuoni continui o modulati con intensità e con tempi di erogazione programmabile e pertanto atte al trattamento termoterapico profondo di differenti stati patologici. L’irradiazione ultrasonora determina un massaggio di notevole intensità, che per mezzo delle oscillazioni penetra fin nel profondo dei tessuti.
Questo massaggio, a parte la rapidità del movimento è più intenso di un normale massaggio manuale o strumentale, sia perché possiede concentrazioni di forze diverse, sia perché, a causa della frequenza, i fenomeni di pressione e di trazione con conseguenti fenomeni di contrazioni e dilatazioni avvengono nell’intima compagine dei tessuti e sono separati da intervalli brevissimi, mentre nel massaggio ordinario è il tessuto nella sua massa che viene spostato.
Essendo l’ultrasuono costituito da energia meccanica, necessita di un mezzo conduttore non aeriforme per trasmettersi, l’acqua ed i liquidi sono dei trasmettitori ideali di ultrasuono, e ciò spiega e giustifica la possibilità di penetrazione ultrasonica nel corpo umano.

THETASOUND

Theta Sound di Compex è il primo generatore di ultrasuoni costanti dotato del sofisticato sistema APIM® (Acoustic Power Impendence Matching), che permette di mantenere sempre costante la potenza del fascio di ultrasuono nel tessuto da trattare, gestendo le variazioni di impedenza che incontra nei tessuti intermedi.

Indicazioni terapeuticheUltrasuonoterapia

  • Tutte le patologie dell’apparato locomotore in cui si desidera un effetto antalgico.
  • Nelle sciatalgie e nevriti in genere (intensità ridotta ed irradiazione lungo la proiezione cutanea del tronco nervoso da trattare).
  • Nella periartrite scapolo-omerale la terapia con ultrasuoni è in grado di disgregare le calcificazioni e di favorire il riassorbimento delle deposizioni di sali di calcio.